Tradizione

14-11-2016

Etichette

la linea tradizione

La linea tradizione racchiude i vini più tipici del territorio piemontese. Tipicità raccontata anche dalle storie che evocano le etichette: dal Cante j'euv al carnevale, ogni bottiglia riporta ad una tradizione del passato.
19-11-2016

Piemonte D.O.C. Chardonnay

Premiato Douja D'or 2018

Piemonte D.O.C. Chardonnay 2016 - Bottiglia da lt. 0,75.

Vitigno.
Chardonnay Piemonte 100%. Vinificato e affinato in acciaio.

Coltivazione.
Coltivazione attenta in vigneto che permette di non utilizzare prodotti chimici di sintesi. Tutta la produzione è ottenuta da vigneti di proprietà, in Cisterna d'Asti.

Invecchiamento in bottiglia.
Fino 2 anni.

Caratteristiche organolettiche.
Alcool distillaz. O.I.V. 13,00% vol.

Colore.
Giallo paglierino scarico con riflessi tendenti al verde.

Olfatto.
Fruttato, di profumo intenso, leggermente aromatico con leggere note di mela, pera, melone.

Gusto.
Secco, caldo, morbido, fresco, sapido, abb. persistente.
19-11-2016

Piemonte D.O.C. Bonarda

Piemonte D.O.C. Bonarda 2016 - Bottiglia da lt. 0,75.
Premi e concorsi.
Piemonte D.O.C. Bonarda 2007 - Premiato 36/a DOUJA d'OR di Asti Ediz. 2008
Selezione delle Eccellenze Enologiche-Comune di San Damiano / Annata 2012
Citazioni.
Guida Veronelli 2009

Vitigno.
Bonarda Piemontese. Affinato e stabilizzato in vasche d’acciaio.
Coltivazione.
Coltivazione attenta in vigneto che ci permette di non utilizzare prodotti chimici di sintesi. Tutta la produzione è ottenuta da vigneti di proprietà, in Cisterna d’Asti.
Invecchiamento in bottiglia.
Fino a 3 anni
Caratteristiche organolettiche.
Alcool distillaz. O.I.V. 13,00 % vol.
Colore.
Rosso rubino intenso, con sfumature violacee.
Olfatto.
Intenso, fruttato, vinoso, con note di ciliegia, prugna.
Gusto.
Secco, caldo, piacevolmente morbido, fresco, abb. tannico, sapido, pieno e gradevole.
Temperatura di servizio.
18°- 20° C.
Affinità alimentari.
Da abbinarsi a carni rosse, selvaggina, formaggi a pasta dura.
Trazidione:
Cria (grida o bando)
Era il giornale parlato, sostituiva il manifesto, che i più non avrebbero saputo leggere. Veniva gridato in piazza, davanti alla chiesa, di solito la domenica dopo messa. Il banditore, in genere la guardia municipale, annunciava i fatti, avvenimenti, avvisi di pubblico interesse. La guardia indossava un cappello per attirare l’attenzione delle genti. Il tono con cui il notiziario era diffuso era tale da giustificare il termine “cria”

19-11-2016

Freisa d'Asti D.O.C.

Premiato Vininvilla 2018

Freisa d'Asti D.O.C. 2016 - Bottiglia da lt. 0,75.

Vitigno.
Freisa (in purezza).
Coltivazione.
Coltivazione attenta in vigneto che permette di non utilizzare prodotti chimici di sintesi. Tutta la produzione è ottenuta da vigneti di proprietà, in Cisterna d’Asti.
Invecchiamento in bottiglia.
Fino a 2 anni.

Caratteristiche organolettiche.
Alcool distillaz. O.I.V. 13,00% vol.
Colore.
Rosso cerasuolo con riflessi aranciati che si evidenziano con l’invecchiamento.
Olfatto.
Pulito con note vinose fresche.
Gusto.
Secco, leggermente vivace e tannico.
Temperatura di servizio.
16°- 18° C.
Affinità alimentari.
Da abbinarsi a primi e secondi piatti succulenti, formaggi a pasta dura.

Corpus Domini (processione)
La festa del corpus Domini, sessanta giorni dopo la Pasqua, dedicata alla presenza eucaristica. La processione oltre al Clero, il Sindaco, uomini e donne, il baldacchino con il Santissimo, canti, banda, prevedeva anche bambini in veste lunga da Angelo incaricati di spandere a terra manciate di petali di rose. Le strade del paese erano colorate di petali, le facciate delle case erano coperte con lenzuola ricamate, appese dalle ragazze prossime al matrimonio per mostrare alle genti il loro corredo, lavoro delle lunghe sere invernali.
19-11-2016

Monferrato D.O.C. Dolcetto

Monferrato Dolcetto D.O.C. 2016 - Bottiglia da lt. 0,75.
Premi e concorsi.
Monferrato D.O.C. Dolcetto.
35/a Douja d'Or di Asti 2007 - Annata 2006.
6°Concorso Enologico VininVilla 2013 - Annata 2012

Vitigno.
Dolcetto (in purezza). Affinato e stabilizzato in vasche d’acciaio.
Coltivazione.
Coltivazione attenta in vigneto che permette di non utilizzare prodotti chimici di sintesi. Tutta la produzione è ottenuta da vigneti di proprietà, in Cisterna d’Asti.
Invecchiamento in bottiglia.
Fino a 3 anni.
Caratteristiche organolettiche.
Alcool distillaz. O.I.V. 13,00% vol.
Colore.
Rosso rubino con riflessi violacei.
Olfatto.
Floreale, fruttato, vinoso, con sfumature erbacee con fragranze di rosa, ciliegia, prugna.
Gusto.
Secco, caldo, morbido, fresco, abb. tannico, sapido, con gradevoli note amarognole, di struttura elegante.
Temperatura di servizio.
16° - 18° C.
Affinità alimentari.
Adatto per abbinamenti con antipasti all’italiana, agnolotti, minestre di verdure, e piatti di uova.
Cantè i ‘ov (cantare le uova)
“Suma partsne da nostra cà fin dal principi ‘d sajra per amnive a dè el bundì e ancura la bun-a saja..” Così a primavera, da metà Quaresima si andava a “cantare la uova”. Era un canto tradizionale, di sera, sotto le finestre delle case, accompagnato dalla musica di una fisarmonica. Uscita la padrona e dopo aver ascoltato il canto, offriva le uova. Poi il ringraziamento o la burla nel caso non venissero offerte e così l’allegro gruppo se ne andava in un’altra casa fino a notte. Con il ricavato della raccolta facevano una gran festa tutti insieme.
19-11-2016

Barbera del Monferrato D.O.C.

D.O.C.

Barbera del Monferrato D.O.C. 2016 - Bottiglia da lt. 0,75.
Premi e riconoscimenti
Selezione delle Eccellenze Enologiche Comune di San Damiano / Annata 2012

Vitigno.
Barbera (in purezza). Affinato e stabilizzato in vasche d’acciaio.
Coltivazione.
Coltivazione attenta in vigneto che permette di non utilizzare prodotti chimici di sintesi. Tutta la produzione è ottenuta da vigneti di proprietà, in Cisterna d’Asti e San Damiano d’Asti.
Invecchiamento in bottiglia.
Fino a 2 anni.
Caratteristiche organolettiche.
Alcool distillaz. O.I.V. 13,00% vol.
Colore.
Rosso rubino intenso, con riflessi granati.
Olfatto.
Floreale, fruttato, vinoso, ampio con note di rosa, ciliegia, prugna.
Gusto.
Secco, caldo, morbido, fresco, abb. tannico, sapido, pieno e gradevole.
Temperatura di servizio.
18°- 20° C.
Affinità alimentari.
Da abbinarsi a primi piatti succulenti, carni rosse, formaggi a pasta dura
Carvè (il carnevale)
Era il periodo di passaggio al risveglio della natura dopo il lungo inverno. Si lavorava ma si sapeva anche essere allegri. Era il momento di trasgressione delle genti. A carnevale si facevano le maschere, i “magnin”, e anche i vecchi si divertivano. Era consuetudine che tutte le donne delle cascine confezionassero agnolotti in grandi quantità che venivano consumati dagli uomini in una sorta di pellegrinaggio di casa in casa bevendo copiosamente vino sino a star male. Gli uomini poi si travestivano e si burlavano. Gruppi di ragazzi imbrattati di fuliggine fingevano di riparare le pentole in vista del cenone della domenica.
19-11-2016

Barbera d'Asti D.O.C.G.

Barbera d'Asti D.O.C.G. 2016 - Bottiglia da lt. 0,75.
Premiato 7° Concorso VininVilla 2013 Barbera d'Asti docg 2012

Vitigno.
Barbera (in purezza). Affinato e stabilizzato in vasche d’acciaio.
Coltivazione.
Coltivazione attenta in vigneto che permette di non utilizzare prodotti chimici di sintesi. Tutta la produzione è ottenuta da vigneti di proprietà, in Cisterna d’Asti e San Damiano d’Asti.
Invecchiamento in bottiglia.
Fino a 6 anni.
Caratteristiche organolettiche.
Alcool distillaz. O.I.V. 13,50% vol.
Colore.
Rosso rubino intenso.
Olfatto.
Floreale, fruttato, vinoso, ampio con note di rosa, ciliegia, prugna.
Gusto.
Secco, caldo, morbido, fresco, abb. tannico, sapido, pieno e gradevole.
Temperatura di servizio.
18°- 20° C.
Affinità alimentari.
Da abbinarsi a carni rosse, selvaggina, formaggi a pasta dura.
Masè u luv(ammazzare il lupo)
Verso la fine di agosto e l’inizio di settembre, alcuni tra i più poveri si recavano nelle vigne a raccogliere i primi grappoli maturi e con questi facevano un po’ di vino da bersi a breve tempo. Se venivano interpellati su cosa stessero facendo rispondevano : “von a masè u luv”. In questa azione motivata dalla mancanza di vino vi era un significato propiziatorio. Nell’antica Roma, il 19 agosto, venivano celebrati i “vinalia rustica” in tale occasione si attuava una vendemmia “primiziale” compiuta dal Sacerdote di Giove, alla quale seguiva la vendemmia vera e propria.
03-12-2016

Birbet

"Birbet" Rosso Brachetto - Bottiglia da lt. 0,75.

Vino rosso ottenuto da uve aromatiche di Brachetto, risultato di una lunga tradizione e di una cura attenta del vigneto e dei processi di vinificazione. Vino rosso vivace naturale.

Vitigni.
Brachetto lungo del Roero.

Coltivazione.
Coltivazione attenta in vigneto che permette di non utilizzare prodotti chimici di sintesi. Tutta la produzione è ottenuta da vigneti di proprietà, in Cisterna d'Asti.

Invecchiamento in bottiglia.
Fino 2 anni.

Caratteristiche organolettiche.
Alcool distillaz. O.I.V. 6,00% vol.

Colore.
Spuma leggermente vivace, colore rosso rubino chiaro.

Olfatto.
Aromatico, floreale con sentori di rosa, fruttato con percezioni di lamponi.

Gusto.
Dolce, abbastanza morbido, abbastanza fresco, poco sapido, di buona persistenza.

Temperatura di servizio.
8°-10° C.

Affinità alimentari.
Si accompagna con tutti i dessert in genere ed in particolare con dolci alla crema, pasticceria secca, dolci di mandorle, torte di nocciole.
Cuscrit(coscritti)
“Fè a leva” era un momento importante nella vita dei giovani. Al compimento del diciottesimo anno di età si metteva il ballo in piazza e tutto il paese era coinvolto nei festeggiamenti. Era giunta l’età dell’arruolamento. Durante la festa che durava tre o quattro giorni si passava nelle case dei coscritti per raccogliere bottiglie di vino che venivano poi offerte la sera, durante il ballo, tra urla, il lancio della bandiera e un mazzo di fiori di carta realizzato dalle ragazze.