Tradizione

Monferrato D.O.C. Dolcetto

19 novembre 2016
Monferrato Dolcetto D.O.C. 2016 - Bottiglia da lt. 0,75.
Premi e concorsi.
Monferrato D.O.C. Dolcetto.
35/a Douja d'Or di Asti 2007 - Annata 2006.
6°Concorso Enologico VininVilla 2013 - Annata 2012

Vitigno.
Dolcetto (in purezza). Affinato e stabilizzato in vasche d’acciaio.
Coltivazione.
Coltivazione attenta in vigneto che permette di non utilizzare prodotti chimici di sintesi. Tutta la produzione è ottenuta da vigneti di proprietà, in Cisterna d’Asti.
Invecchiamento in bottiglia.
Fino a 3 anni.
Caratteristiche organolettiche.
Alcool distillaz. O.I.V. 13,00% vol.
Colore.
Rosso rubino con riflessi violacei.
Olfatto.
Floreale, fruttato, vinoso, con sfumature erbacee con fragranze di rosa, ciliegia, prugna.
Gusto.
Secco, caldo, morbido, fresco, abb. tannico, sapido, con gradevoli note amarognole, di struttura elegante.
Temperatura di servizio.
16° - 18° C.
Affinità alimentari.
Adatto per abbinamenti con antipasti all’italiana, agnolotti, minestre di verdure, e piatti di uova.
Cantè i ‘ov (cantare le uova)
“Suma partsne da nostra cà fin dal principi ‘d sajra per amnive a dè el bundì e ancura la bun-a saja..” Così a primavera, da metà Quaresima si andava a “cantare la uova”. Era un canto tradizionale, di sera, sotto le finestre delle case, accompagnato dalla musica di una fisarmonica. Uscita la padrona e dopo aver ascoltato il canto, offriva le uova. Poi il ringraziamento o la burla nel caso non venissero offerte e così l’allegro gruppo se ne andava in un’altra casa fino a notte. Con il ricavato della raccolta facevano una gran festa tutti insieme.